A Rimini il ristorante del futuro


ristorante-del-futuro

All’interno di “SIAL- GUEST”, la più importante manifestazione fieristica che si svolgerà a Rimini dal 13 al 15 ottobre, sarà presentato “FREL Future Restaurant Exhibition & Laboratory” che sarà un laboratorio di idee e soluzioni concrete, un prototipo realistico allestito “al vero” di circa 300 mq.

All’interno di questo, una ventina di imprese italiane presenterà le proprie novità agli operatori del comparto horeca internazionale, che potranno conoscere le più recenti proposte per quanto riguarda forniture, arredi, applicazioni e le diverse possibili soluzioni gestionali per la propria attività.

Ecco i più interessanti trend individuati, su cui gli espositori proporranno le proprie soluzioni tecniche:

High Tech

La tecnologia può rappresentare la soluzione tanto cercata per raggiungere il proprio target. Nel caso dei ristoranti, usare per esempio i software gestionali per semplificare il lavoro degli operatori, permette agli stessi di avere molto più tempo libero da dedicare agli ospiti del locale. Questo contribuisce a migliorare i rapporti con il cliente e a fidelizzarlo perché, sentendosi ascoltato e accontentato in ogni sua richiesta, vorrà sicuramente ritornare.

Il ristoratore mette il menu del ristorante e la carta dei vini su un portale che, oltre a farli conoscere a tutti i possibili avventori, permette al cliente di conoscere gli ingredienti di ogni singola portata e di farsi suggerire gli abbinamenti giusti. Le ordinazioni, che prima richiedevano carta e penna, possono essere trasmesse in tempo reale al cuoco, che provvederà immediatamente a preparare la comanda. I software per la ristorazione sono in grado di gestire anche la contabilità e tenere sotto controllo le riserve di cibo e i vini, notificando il proprietario del ristorante (o alla persona incaricata ai rifornimenti) quando questi stanno per esaurirsi.

Green

Si amplia sempre di più il numero di coloro che diventano vegetariani o almeno “flexiani”, (nel senso che sono tendenzialmente vegetariani, anche se non rigidamente). Da registrare un forte incremento della richiesta di alimenti con alti contenuti di proteine vegetali: tofu, tempeh, legumi, quinoa, mandorle, spirulina, chia, cavoli, spinaci ecc.

Questa nuova sensibilità green, ha visto un adeguamento dell’ offerta alimentare, aperture di nuovi punti specializzati di ristoro, mentre anche i ristoranti tradizionali si sono adeguati presentando piatti vegetariani nel loro menù.

Monofoodism

Bakery specializzate in cupcake o muffin, ristoranti che propongono solo hamburger, ovviamente gourmet. In tutto il mondo si diffondono i ristoranti e i locali artigianali ultra-specializzati, che propongono un solo piatto in tante varianti, curate con maestria e passione.

Ristorante – Negozio

Si riscopre il valore economico del tempo di sosta all’interno di un’attività commerciale e, tra un aperitivo e un cappuccino, si acquista qualcosa da portare a casa.

Il doppio vantaggio del menù degustazione

Conviene al cliente, che non trova sorprese sul conto, e conviene al ristoratore, che riesce a calcolare in maniera più standardizzata costi e ricavi e ad ottimizzare le scorte in magazzino. Il menu degustazione è una tendenza in tutto il mondo: uno splendido modo per assaggiare tanti piatti mettendo d’accordo gola, bilancia e portafoglio.

L’appetito vien ridendo

Trasformare il pasto in un’esperienza unica di intrattenimento è un elemento di sicuro richiamo per i clienti. Il ristorante diventa un teatro, un parco giochi, un cabaret. Niente di nuovo, ma l’esperienza è particolarmente appagante quando cibo e spettacolo si coniugano in un matrimonio perfetto

Low Love Cost

Si guarda a un’offerta senza fronzoli inutili, che però si sposa con il “sentirsi amato”. Un’area in cui rientrano i ristoranti-bistrot aperti da vari chef stellati, ma anche le pizzerie gourmet.

Fast & Good

Nascono luoghi in cui l’ingrediente fast o streetfood (come il panino) è trattato con un approccio che lo qualifica.

Gusto orientale

Di gran moda i sapori e i cibi orientali, in particolare il cibo coreano e giapponese. Alcuni ingredienti tipici dell’estremo oriente entrano nelle cucine occidentali: mentre sesamo, e zenzero e salsa di soia compaiono nelle nostre dispense domestiche; cresce anche il numero di cuochi provetti che si misurano con la preparazione di sushi e sashimi.

Glasnost Restaurant
Vince l’estrema trasparenza, che sia fast o slow, e la cucina a vista subisce un’ulteriore evoluzione: dai cuochi che lavorano dietro i clienti, oggi siamo arrivati ai cuochi che servono direttamente in sala, dove la cucina in un certo senso perde i suoi connotati, estendendosi alla sala e si assiste non solo allo show cooking, ma anche all’andirivieni delle berrette bianche fra fuochi e tavoli. Chi più di un cuoco saprebbe spiegare i propri piatti, facendosi così il miglior ambasciatore di ingredienti e cotture?

Queste sono solo alcune delle tendenze individuate, che saranno presentate alla manifestazione internazionale di Rimini.

Gianluigi Pagano

video presentation

Per informazioni:

borninitalt@outlook.it

Annunci


Categorie:By Gianluigi Pagano

Tag:, ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: