In Italia nei ristoranti ci sono gli stranieri all’estero ci sono gli italiani


scuola alberghiera
Secondo la FIPE e UnionCamere in Italia il lavoro non manca, infatti nel settore alberghiero secondo loro si sono richieste di almeno 20 mila assunzioni, il Presidente della Fipe Lino Enrico Stoppani, ha dichiarato che sono nella zona della Lombardia ce una domanda di oltre 300 cuochi.
Io non dico che magari questi numeri non sono veri, sicuramente parliamo del periodo estivo, e sappiamo tutti, per chi ha fatto la gavetta in Italia tutti abbiamo fatto almeno una stagione in qualche hotel o ristorate Che sia la riviera romagnola o altre località stagionali.
L’Osservatorio della Confesercenti invece ci dice che da inizio hanno cessato l’attività 44.813 imprese, 8 alberghi, 40 bar e 44 ristoranti al giorno, se in Italia cessano attività del genere ci fate capire bene quali sono le aziende che assumono e con quali condizioni contrattuali?
E’ vero che molti ragazzi che escono dalla scuola oggi si credono già CHEF e pretendono stipendi alti, è vero anche che molti ristoratori e albergatori cercano sempre di assumere personale a basso costo, per non dire altro.
Il problema vero non sono tanto i numeri, in Italia manca un vero contratto di categoria, ma sopratutto ancora oggi la figura del CUOCO è vista come un operaio generico, mentre altrove, vedi la Francia, il cuoco è visto come una figura professionale, mi spiace dirlo ma in tutto questo casino di numeri veri o presunti tali, noi cuochi dobbiamo fare un po’ di autocritica.
Ho già affrontato il tema tante volte e per non passare per uno che ha la demenza, vi dico soltanto che se noi cuochi insieme alle associazioni del comparto non ci sediamo a un tavolo e affrontiamo i problemi seri noi rimaniamo sempre degli operai generici, anche il contratto nazionale e l’apprendistato va cambiato, rivisto sia nella forma che nella sostanza, io non so quali siano gli interessi sotto, noi non abbiamo un’associazione che ci rappresenta legalmente nelle sedi opportune e se non uniamo le forze è inutile che questi signori Presidenti ci prendono in giro.
Per chiudere, in Italia la scuola alberghiera è diventata un porto di mare, per giovani che vogliono prendere un diploma facile senza sforzi, non esiste più quella rigidità che c’era una volta, adesso iscriversi all’alberghiero è come andare al mare tutto l’anno, e non ci lamentiamo se poi le scuole private sono piene e fanno soldi con gli stranieri, ci stanno portando via la cultura piano piano, oltre che a comprarsi le nostre aziende, e noi ce ne andiamo all’estero.
Rivolgo per l’ennesima volta l’appello a fare un gioco di squadra, siamo cuochi e siamo abituati a lavorare in gruppo, altrimenti smettiamola tutti di lamentarci del nostro lavoro.
Emanuele


Categorie:By Emanuele Esposito

Tag:, ,

1 reply

  1. Credo che quelli che fanno queste stime abbiano preso un abbaglio oppure si sono bevuti qualcosa…non sto dicendo di chi ha scritto l’articolo, che ovviamente riporta le stime di coloro che non hanno idea di quello che sta succedendo in Italia, oppure hanno solo pasti appetitosi per la categoria mediatica.
    Queste affermazioni sono come come quella che disse qualcuno che “I ristoranti sono pieni…!”

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: