Primavera nel piatto con i……..Fiori commestibili


Primavera nel piatto con i……..Fiori commestibili

franco-madama

Con la primavera è ritornata la voglia di cucinare con tanti colori e con gusti delicati e profumati.

 

In molti scritti il famoso nutrizionista,  Giorgio Calabrese, specializzato in Scienza dell’Alimentazione e docente di alimentazione presso l’Università del Piemonte orientale, ci ricorda  la “gastronomia floreale”.

 

La “cucina con i fiori” è varia, dal classico risotto ai petali di rosa, ai  soufflè odorosi ai petali di campo, le ricette si moltiplicano. Il papavero rende più profumati i biscotti, il girasole o la primula danno un aroma in più alle insalate, l’erica profuma le carni rosse.

 

Dopo la cucina vegetariana, macrobiotica, crudista, vegana, new age eccetera, ora arriva sulla tavola anche la cucina realizzata con petali di fiori: la gastronomia floreale appunto.

 

Una tendenza, ricorda Calabrese,  importata dagli Stati Uniti ma che sta lentamente prendendo piede anche in Italia.

 

Primule, garofani, violette, margherite e gelsomini non sono solo belli da guardare, o al più, utili per fabbricare profumi o medicinali. Petali e germogli possono essere usati in cucina per insaporire ogni tipo di ricetta, dai primi alla carne, dal pesce ai dolci: tutto sta nel saperli scegliere e dosare.

 

I fiori portano nuove sfumature in cucina, quindi, non ingrassano e hanno spesso virtù salutari: quelli di arancio, per esempio, hanno effetti positivi sulla sudorazione e antinfiammatori.

 

Proprio in questi giorni, per l’evento internazionale de “La Cucina italiana nel Mondo verso l’Expo 2015”, che vede la partecipazione anche di tanti chef del Cim, uno chef stellato Michelin di Parma, Franco Madama, ha inserito nella ricetta  l’Acetosella (nella foto il piatto ideato da Franco Madama e qui sotto “il chi è” del fiore).

 

Acetosella in Cucina

Anticamente (nel Medioevo) si usava come condimento. Al pari dell’acetosa arricchisce di sapore verdure e minestre. Dalle foglie si può ricavare una bevanda dissetante (quasi una limonata). Le radici possono essere usate come gli asparagi. Attualmente nell’America del Sud (Perù) si possono trovare nei mercati diversi tuberi di alcune specie di questo genere (Oxalis crenata – chiamata anche Oxalis tuberosa). I tuberi devono però rimanere esposti al sole per diversi giorni perché lo sgradevole sapore acido si trasformi in un sapore più gradevole, quasi dolce.
In tutti i casi si deve usare questa pianta con parsimonia in quanto contiene il velenoso acido ossalico (legato in forma salina al potassio) che può provocare danni ai reni ma anche la morte.

In prossimità di temporali le foglie dell’acetosella si rialzano preannunciando al contadino l’arrivo della pioggia.

 

Gli ingredienti del “Panino da Re”: Prosciutto di Parma, Parmigiano Reggiano e Acetsella dello Chef Franco Madama: http://www.informacibo.it/_sito/cucina-nel-mondo/panino-chef-franco-madama/

 

Tutti gli ingredienti

  • Pane a lievito naturale
  • Prosciutto di Parma
  • Confettura di cipolla
  • Burro al pepe di Sechuan
  • Ostrica selvaggia
  • Chips di Parmigiano Reggiano
  • Timo
  • Acetosella
  • Salsa nera Inkiostro
  • Uva di mare

Ecco infine ripreso da Stile Naturale alcuni fiori commestibili.

Su Stile Naturale “Fiori commestibili: come utilizzarli per gustose ricette con i… fiori” Cliccare qui: http://www.stilenaturale.com/news/1376/Fiori_commestibili_come_utilizzarli_per_gustose_ricette_con_i…_fiori!.html

 

 

Annunci


Categorie:by Donato Troiano

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: