ProWein E Vinitaly….. non solo vino


Quando si pensa al vino si pensa subito al Vinitaly, ma , soprattutto si pensa al ProWein. Una fiera, che all’inizio era sottovalutata e che ora gestisce e amministra il mercato del vino diretto al nord europa e ai paesi dell’est.

foto 1 foto 2

Frequento o meglio frequentavo, principalmente  il Vinitaly, sin dai primi anni 90. Ho imparato ad amarlo e a disprezzarlo.

Se vi state chiedendo perché disprezzarlo, la risposta è molto semplice…molti anni fa sono diventata mamma per la 1° volta, e vedere dei ragazzini di 15/20 anni quasi in coma etilico alle 3 del pomeriggio ti fa stringere il cuore. Parli con chi gestisce il vinitaly, e ti senti rispondere :”non è colpa nostra è colpa dei bagarini e delle scuole che smerciano i biglietti”. ….. strano però perché ad esempio al Merano wine festival queste scene non si vedono….

Qualche anno fa sono stata una delle cuoche che ha creato il ristorante Donne del vino, all’interno di questa manifestazione nelle cittadella gastronomica.

Posso assicurarvi che era una delizia. Uso un verbo al passato perché quest’anno è stato una delusione agli occhi e al palato.

Si era partite con tavoli in vetro, poltroncine di designe piatti di porcellana… un anno perfino avevamo i bicchieri per l’acqua in vetro di Murano… ve lo garantisco perché li avevo portati io prendendoli nel mio ristorante.  …. Poi c’è stato il cambio della presidente dell’associazione. Da una donna che ancora oggi definisco la Presidente ossia Pia Donata Berlucchi alla Presidente attuale   Elena Martusciello  .Da quel momento c’è stato il declino.

Quest’anno se non ci fosse stata la tartare di fassona presentata da Marina Ramasso, e, se non ci fossero state due donne con tutti gli attributi in sala PierCarla Negro  e Francesca Distaso , sarebbe stato un disastro a 360°

Tavoli di plastica, posate di plastica,  e un insieme di cibi che sembrava da reparto di medicina …un esempio..ditalini con i piselli in brodo …privi di colore, di sapore ..e di ogni decenza culinaria.

Mi chiedo dove sia finita la classe, il buon gusto e la decenza di una ristorazione definita di classe! Vicino c’erano altri ristoranti, dove la scelta accurata delle pietanze e il modo di accogliere il cliente era di gran lunga superiore a quello dell’associazione Donne del Vino.

foto 3 foto 4

Annunci


Categorie:by Lara Elisabbetta Belgrado Barzan

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: