I grandi rossi del Friuli – lo Schioppettino


Schioppettino Area

Areale di produzione dei Colli Orientali Del Friuli, ove si produce anche lo schioppettino

Oggi parleremo di un vino ancora poco conosciuto ma di grande personalità, lo Schioppettino o Ribolla nera un vino che ha una lunga storia, furono trovate pergamene datate 1280 dove si narrava che era servito durante celebrazioni importanti quali matrimoni e battesimi, suddetta vinifera produce degli acini piccoli e molto spessi di buccia ,quindi il colore risulta molto scuro quasi inchiostro, il sapore, Può ricordare I grandi Syrah del nord della valle del rodano in Francia, uno spiccato profumo di mirtillo e crema di cassis consentitemi il verbo ‘improprio’ pornografico….tuttavia ha avuto una vita molto difficile agli inizi 900 la phillossera ne ha decimate

Uve di ribolla nera

Uve di ribolla nera

le vigne I viticultori in Friuli preferirono ripiantate Cabernet e Merlot con innesto Americano, quindi più resistente alle malattie…e fu così che a parte qualche viticultore tenace che continuava a produrlo lo Schioppettino finì quasi in estinzione, e nel dimenticatoio, erano gli anni di piombo della viticultura in Italia quando I mercati esteri erano bombardati dal chianti nel fiaschetto e dal verdicchio nella bottiglia a forma di pesce….questo fino alla fine degli anni 70 quando la regione Friuli diede degli incentivi per farlo rinascere, oggi l’esempio più splendido di questo meritevole vino viene prodotto da Davide Moschioni un allievo di Romano dal forno.

BottigliaLo Schioppettino di Moschioni si differenzia dagli altri produttori perché’ viene leggermente fatto appassire sulla pianta. Quest’appassimento fa’ sì che il vino perde la sua spiccata acidità rendendolo più morbido al palato. Facendo sì che il vino stesso è portato all’invecchiamento, altro vino questo veramente sconosciuto ai più e lo Schioppettino sparkling che usa il metodo del prosecco, recentemente la vinifera è stata esportata in California precisamente a Sonoma Valley ma I risultati al momento sono ancora a livello sperimentali il vino è volatile e molto acido.Vino che sta incominciando a riscuotere ottimi risultati in America.

Anche grazie ai 95 punti di Robert Parker( discorso vino e punteggi che mi sta’ a cuore ne parlerò nella prossima puntata)…sta’ a noi chefs creare I giusti  abbinamenti food and wine io recentemente l’ho abbinato ad uno stracotto di manzo(cappello del prete) ma anche ad un gorgonzola piccante con risultati direi eccellenti…buona degustazione

Andrea Bozzolo.

Annunci


Categorie:by Andrea Bozzolo

Tag:, , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: