Capri ~ New York – Parte Seconda


1_z.20120515183659

La cosa che più desiderate è andare a Venezia o a Capri? Nulla di più facile o fattibile!

Le compagnie d’aereo praticamente regalano i biglietti. Con 400 dollari si riesce volare sino a Napoli o a Venezia….

E se noi invece per gioco senza muoverci da NY ci catapultiamo a Capri? Avete voglia di sognare con me?Immaginate di essere a Central Park South, più precisamente nella 59th St and 6th Ave in Manhattan, con la persona che più amate e con l’amica o l’amico del cuore. Prendete una Vespa in affitto e lasciatevi trasportare dal cuore. Avete diverse possibilità…andare verso il Metropolitan Museum..oppure verso  Time Square o perché no verso il quartiere Italiano..la little Italy nyorchese ..da questo momento lasciatevi trasportare dalla fantasia….

Capri… è come l’avete sempre sognata guardando i film al cinema o per televisione. …..

Con la nostra vespa, percorriamo via Krupp e rimaniamo estasiati dal favoloso panorama che troviamo a Marina Piccola .

Il profumo del mare …ci fa venir voglia di spogliarci e di immergerci in questo favoloso mare…Apriamo il nostro cestino da pic nic  e ci degustiano due meravigliosi calici di Aglianico metodo Selosse acquistato a Manhattan da Italian Wine Merchants al 108 della 16esima strada, e ci degustiamo le prelibatezze che ci ha preparato lo chef  Vincent Barbieri patron del ristorante Cafè Formaggio sito a NY al 307 Old Country Rd, Carle Place. Dopo questo momento magico di pura cucina italiana, sempre accompagnati dalla nostra vespa raggiungiamo Giardini di Augusto, una vera meraviglia per gli occhi con le esplosioni di colori delle numerose specie floreali presenti. Ci perdiamo con lo sguardo in ogni angolo di questo paradiso incantato e incoronato dal verso delle cicale.

Il sole sta tramontando e noi corriamo verso Belvedere di punta Tragara dove vediamo il sole venire risucchiato dai magici Faraglioni.

9_d.20120515192759Non ci resta che concludere questa nostra magica giornata andando a cena in Piazzetta..

Quindi ci affrettiamo …andiamo a restituire la nostra vespa e scappiamo al ristorante Gradisca al  6 WEST 13TH STREET (BT 6TH & 7TH AVE)….dove continuiamo a sognare l’Italia che vorremmo visitare..

Vi consiglio alcuni piatti che potrete trovare nel menù,o seguendo la ricetta potrete cucinarli a casa, acquistando i vari prodotti nei negozi da me citati in questo blog o nel precedente.

  • Tartare di Tonno Rosso e Composta di Scalogni Dolci
  • Gnocchetti di Patate e Tartufo Estivo…o se li fate a novembre al tartufo bianco
  • Vitello alle Pesche, Salsa di Parmigiano e Fagiolini
  • Tortino di Cioccolato Fondente e Crema alla Vaniglia

Tartara di Tonno Rosso e Composta di Scalogni Dolci

Ingredienti per 4 persone:

250 gr di filetto di tonno rosso

qualche fogliolina di timo limonato

1 lime

Olio d’oliva extra vergine, sale e pepe quanto basta.

Preparazione:

Pulite e mondate il timo eliminando i rametti più grandi. Tritate le foglie molto finemente e mettetele in una ciotola con l’olio, un pizzico di sale e una spolverata di pepe. Coprite e lasciate riposare fino a quando dovrete servire la tartare agli ospiti.

Nel frattempo eliminate dal tonno le eventuali lische e, con un coltello molto affilato, tagliatelo prima a striscioline e poi a cubetti molto sottili. Battetelo ulteriormente con il coltello in modo da sminuzzarlo il più possibile.

Lavate il lime sotto abbondante acqua fredda e, aiutandovi con un pelapatate, ricavatene la scorza facendo attenzione a prendere solo la parte più esterna e non quella bianca interna che altrimenti risulterebbe amarognola. Tagliate la scorza del lime a filetti molto sottili che userete poi per decorare la tartare.

Condite il tonno con il composto di olio e timo. A piacere potrete aggiungere qualche goccia di succo di lime, ma fate attenzione a non farlo troppo presto altrimenti il lime cuocerà il tonno. Distribuite la tartare condita sui cucchiaini dandole la forma di una polpetta…oppure usate una formina da cucina che più vi piace e create la forma che più vi aggrada  Guarnite con i filamenti di scorza di lime e completate a piacere con un’ulteriore spolverata di pepe. Servite la tartare ai vostri ospiti.

Per la composta di scalogni dolci..ingredienti per 2 vasetti da gr 150 cad uno .

500 gr di scalogni

250 gr di zucchero

100 gr di aceto balsamico di Modena

1 cucchiaino di miele.

Per preparare la composta di Scalogno al balsamico iniziate dalla pulizia degli scalogni: lavateli, puliteli e tagliateli a fette .Prendete una casseruola, aggiungete gli scalogni e l’aceto balsamico , quindi lasciate appassire per 10 minuti a fuoco basso, mescolando frequentemente . Quando gli scalogni saranno appassiti unite il miele  e lo zucchero  e lasciate cuocere per circa 45 minuti a fuoco molto basso, continuando a mescolare spesso ; controllare che la composta rimanga morbida e non tenda a “caramellare”. Trascorso il tempo indicato verificate la cottura facendo la prova del piattino: versate un cucchiaino di composta su un piattino inclinato, sarà pronta se non tenderà a colare ma resterà piuttosto compatta e omogenea, in caso contrario, rimettetela a cuocere ancora per poco.

Con l’aiuto di un cucchiaio mettete un po’ di composta vicino alla tartare di tonno e servite …

Gnocchetti di Patate e Tartufo Estivo

Ingredienti per 4 persone:

Avete 2 possibilità o acquistate dei kg 1 di gnocchi pronti oppure prendete:

kg 1,5 di patate da gnocchi ossia quelle farinose

1 uovo

50 gr di parmigiano

Un pizzico di noce moscata

Farina quanto basta.

Per la salsa:

2 dl di panna

40 gr di tartufo bianco o estivo

150 gr di parmigiano

2 scalogni

Olio d’oliva extra vergine quanto basta

Cucinare le patate in abbondante acqua salata .

Una volta cotte, pelatele, e schiacciatele con lo schiaccia patate.

Aggiungete l’uovo, la farina , il parmigiano e la noce moscata.

Dovete creare un impasto morbido ma nello stesso tempo consistente.

Con l’aiuto di una forchetta o di un coltellino dovrete fare dei tocchetti piccoli cioè gli gnocchi .

Tagliate in fettine sottili lo scalogno e mettetelo in una padella antiaderente con olio extravergine di oliva e mezzo bicchiere di vino bianco.

Riscaldate la panna in un pentolino per qualche minuto.
Lamellate  il tartufo bianco e aggiungetelo  alla panna,allo scalogno e al parmigiano.

Portate a bollore abbondante acqua salata e versate gli gnocchi.
I tempi di cottura sono molto veloci, circa 1 minuto.
Colate gli gnocchi e mescolateli con una parte della salsa che avete preparato.

Disponete gli gnocchi su una teglia, copriteli con la salsa rimasta e spolverate con parmigiano reggiano grattugiato.

Mettete in forno preriscaldato a 150°C per circa 20 minuti, fino a quando la superficie non sarà gratinata.
Servire caldi, con scaglie di tartufo bianco e olio extravergine di oliva.

Arrosto di vitello con pesche, salsa al parmigiano e fagiolini

Ingredienti per 4 persone:

kg 1 circa di noce di vitello

4 pesche

4 scalogni

20 gr di farina

Qualche foglia di menta

1 bicchiere di vino bianco

50 gr di burro

Sale , pepe, e Olio extra vergine quanto basta

Gr 500 di fagiolini

Per la salsa al parmigiano:

50 gr di parmigiano

30 gr di panna liquida

Puliamo e cuciniamo al vapore i fagliolini. Una volta cotti li mettiamo subito a raffreddare.

Per l’arrosto:

Lavate le pesche e riducetele a spicchi. Pelate gli scalogni e tagliateli a fettine. Salate e pepate la noce di vitello e passatela nella farina, rosolatela in una casseruola con l’olio su tutti i lati e unite le pesche e gli scalogni, continuate a rosolare per cinque minuti, bagnate con il vino e lasciate evaporare, insaporite con la menta sminuzzata, aggiungete un mestolo d’acqua, coprite e cuocete a fuoco basso per quarantacinque minuti; se durante la cottura la preparazione risultasse asciutta, aggiungete qualche mestolo di acqua. Togliete la carne e le pesche dalla casseruola, filtrate il fondo di cottura in un colino e versatelo in un tegame, aggiungete il burro e amalgamate sul fuoco. Adagiate la noce di vitello nel piatto da portata, tagliatela a fette, irroratela con il fondo di cottura e unite le pesche.

Durante la cottura della carne possiamo preparare la salsa al parmigiano che verseremo come fondo al momento di preparare il piatto fra i faglioni e la carne.

Portare ad ebollizione la panna , farla ridurre di 1/3. Versare lentamente a pioggia il parmigiano continuando a mescolare.

La crema deve risultare liscia senza grumi.

Tortino di Cioccolato Fondente e Crema alla Vaniglia

Ingredienti per 4 persone:

gr 80 di burro

6 uova + 1 tuorlo

Gr 90 di zucchero a velo

Gr 75 di zucchero semolato

Gr 150 di cioccolato fondente

75 ml di latte

250 ml di panna fresca

N° 1 stecca di vaniglia

Gr 20 di farina bianca

1 bustina di vanilina

Gr 10 di cacao amaro

Per preparare i tortini al cioccolato fondente iniziate mettendo il cioccolato fondente tagliato grossolanamente a sciogliere in un pentolino a bagnomaria, poi aggiungete il burro tagliato a pezzetti e amalgamate bene il tutto. Potete effettuare questa operazione anche al microonde. Nel frattempo ponete in una capiente ciotola le uova, la vanillina e lo zucchero e sbattetele con le fruste di uno sbattitore elettrico, fino a che il composto diventi chiaro, gonfio e denso Togliete dal fuoco il composto di cioccolato e burro e, sempre sbattendo, incorporatelo al composto di uova; infine unite lafarina e il  cacao setacciati. A questo punto imburrate e ricoprite di  cacao amaro in polvere gli stampini in alluminio, poi riempiteli per ¾    e infornateli nel forno già caldo a 180°; dopo 13-15 minuti (non uno di più) togliete i tortini dal forno, lasciateli leggermente intiepidire e poi capovolgeteli su di un piatto da portata, cospargeteli di zucchero a velo e serviteli ancora caldi.

Per la preparazione della salsa alla vaniglia:
Versare in un pentolino la panna e il latte; incidete la stecca di vaniglia per il senso della lunghezza, prelevate i semini interni con il dorso del cucchiaio e uniteli alla panna e latte, unite anche la stecca di vaniglia e portate a bollore a fuoco dolce; spegnete e lasciate in infusione per 30 minuti circa. Nel frattempo in una terrina sbattete i tuorli con lo zucchero aiutandovi con le fruste elettriche o la planetaria, fino a ottenere un composto spumoso e biancastro. A questo punto dopo i 30 minuti di infusione, unite la parte liquida ai tuorli montati filtrandola attraverso un colino; mescolate delicatamente con una frusta e rimettete nel pentolino su fuoco molto dolce facendo addensare la crema ma mai portandola a bollore; Spegnete il fuoco e travasate in una terrina
Utilizzate la crema per  nappare  dei dolci o come specchio sul piatto, altrimenti se la volete conservare copritela con della pellicola facendola ben aderire alla crema stessa così che non si formi una patina in superficie

Lara Elisabetta Belgrado Barzan  su  www.larabelgradobarzan.it

http://larahosteriadeigolosi.blogspot.it/

http://allalocandadeigolosi.blogspot.it/

http://gioielleriadelgusto.blogspot.it/

http://rosenoirelatuaweddingplanner.blogspot.it/

twitter: lara e.belgrado @laraelisabetta 

Annunci


Categorie:by Lara Elisabbetta Belgrado Barzan

Tag:, , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: