In ricordo della mia nonna materna


Ciao ragass,

L’altra sera ero a casa da solo e ad un certo momento mi si è preso uno di quei classici crampi allo stomaco che ti fa venire voglia di cose succulente…

Bene, faccio il cuoco, sono in grado di farmi quello che voglio quindi attacco il frigor.

Ahimè, una desolazione come spesso capita a casa dei cuochi, ma questo è un habit normale credo, come il figlio del calzolaio che va in giro con le scarpe rotte!

Insomma gira e rigira, trovo qualche uovo, del burro e due patate, direi che può bastare alla grande.

Subito mi viene in mente il ricordo della mia cara nonna che quando finivo la scuola elementare alle 4 del pomeriggio mi preparava regolarmente la merenda con una super frittata con le patate, una bella padellata che io sbaffavo come se fosse una merendina! Che dire, mangia bene che cresci in fretta!

Arrivavo a casa sua ed ero in cucina a guardare quella padella che “rostiva” le patate fino a diventarle dorate e croccanti e poi le uova delle galline che stavano sotto casa, ingredienti sani e naturali, che a un bimbo di 7/8/9 anni possono solo fare bene, altro che le cagate di questi giorni che ti propinano le pubblicità! Vabbè’ non entro nel discorso che sennò diventerei un polemicone.

Tornando alla mia fame atavica e in ricordo della procedura di mia nonna, comincio a pelare le patate, tagliarle, scaldare la padella, olio burro e sbattere le uova, direi 4!

Frittata con PatateTutto procede nella norma, le patate soffriggono, croccanti e ben dorate e poi via con le uova… la magia! Colpo di mano da vero Scief e giro la frittata, perfetta, ahaha sono proprio bravo mi dico!

L’acquolina scende, la frittata è sul piatto e mi preparo un bel film come accompagnamento.

La mangio, anzi la divoro ma qualcosa frulla nella testa. Vecchi ricordi ancora mi assalgono e qualcosa mi dice che, si è buonissima, perfetta ma non ha lo stesso sapore che era celato nella mia memoria. Ci manca qualche cosa, non so cosa non riesco a capire, forse le uova o le patate o l’olio e il burro o davvero mia nonna aveva quella magia che non si riesce a copiare, come tutti quei magnifici piatti che tutte le nonne o mamme ci preparavano ma che poi mai e poi mai si possono riprodurre alla perfezione.

Ebbene, la frittata con le patate, umilissimo piatto di una tradizione povera fatta di semplici ingredienti ma colorita di tanto amore per la bontà e felicità che offriva allora e che ancora oggi tanto mi da. Grazie nonna per come mi hai cresciuto, passerò questa tradizione ai miei figli, mangiare sano e naturale per crescere forti e in salute.

Fatelo con i vostri figli, sono sicuro che gradiranno!

Alegher

Mauro Bellodi

Executive Chef The Westin Resort Nusa Dua, Bali, Indonesia

Advertisements


Categorie:by Mauro Bellodi

Tag:, , , , , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: