Il mestiere del (Vecchio) Cuoco


Coccobill

1)Il Mestiere del Cuoco

La vita sembrerebbe essere come un treno
Da fanciulli si bruciano le tappe come un treno ad alta velocita’,
Solo pochissimo fermate.
Da Giovani si va come un rapido,
Velocissimi e solo le stazioni piu’ importanti possono accoglierlo,
La maturita’ e’ come un diretto, veloce Ma le fermate non si limitano
Solo alle piu’ importanti stazioni. L’anzianita’ e’ come l’accellerato,
Ci si ferma in tutte le stazioni, piccole o grandi che siano.
Ed infine la vecchiaia ci vede parcheggiati in un binario morto
In attesa di andare al deposito.
Ecco, questa rappresentazione Della vita e’ verosimile ma con delle
Eccezioni, una eccezione e’ la carriera del cuoco che comincia invece come
Un accellerato, bisogna fermarsi a tutte le stazioni ed al deposito ci si va da diretto.

cartoon-chef-cook-md
2) Cuochi Giovani e Cuochi Maturi

Ma come nel mestiere dove l’esperienza conta piu’ del sapere, nel mestiere
Dove il raccordo tra giovane e ” vecchio” dovrebbe essere molto solido , dove il tramandarsi
I saperi non scritti e’ di vitale importanza per il tanto decantato ” rispetto delle tradizioni”,
Ecco che ci troviamo di fronte alla piu’ grossa contaddizione del mondo Della cucina:
I vecchi oltre gli ANTA non li vuole piu’ nessuno.
Perche ? Quali sono I motivi che spingono la maggior parte dei ristoratori e compagnie
a preferire I giovani a piu’ maturi chef,?
L’analisi che segue e’ purtroppo superficiale e non suffragata da dati, si basa sulle
Mie esperienze personali e su quelle di qualche collega-amico.

3) Perche’ il Giovane ?

Certo che trovare lavoro oggi come cuoco dopo I quaranta-quarantacinque anni
Non e’ impresa facile.
Gli annunci migliori e dei migliori locali, sono molto chiari:
CERCASI GIOVANE CHEF ESPERTO
CERCASI CHEF DI CIRCA 30-35 anni MAX
CERCASI CHEF NUOVA GENERAZIONE
CERCASI CHEF PRONTO PER RESPONSABILITA’
E non sono diversi gli annunci nei siti delle grandi catene alberghiere ed
Anche nelle mense e ospedali preferiscono assumere giovani.
In quanto :
1) I Giovani sono piu’ forti , quindi possono produrre di piu’
2) I Giovani sono piu’ motivati e motivabili
3) I Giovani conoscono le nuove tecniche
4) I Giovani si ammalano di meno
5) I Giovani hanno meno impegni coercitivi
6) I Giovani sono piu’ ambiziosi
7) I Giovani sono piu’ ” team oriented ”

DiabetesE ultimo Ma non meno importante e’ :
Che I Giovani rompono I coglioni meno dei piu’ maturi colleghi,
E cioe’ : meno svezzi agli imboschi, meno irascibili, meno interessati
ai ” giochi ” di sopravvivenza nelle cucine, meno attenti alle problematiche
Non legate all’avanzamento tecnico ( come sindacalizzazione, stipendi etc..etc)
Sono sicuro che ci sono altre motivazioni che giustificano queste policies.

4) Cosa fare?

Certo la societa’ e’ piena di eccezioni ed anche in questo caso avremo
Ultra quarantenni che non si ammalano mai, che sono forti che sono capaci
E che non rompono I cojoni, purtuttavia se vogliamo essere cinici I punti
Sopra citati fanno parte da sempre del nostro bagaglio conoscitivo,
Chi di noi non ha detto almeno una volta : < lo preferisco senza grandi saperi
Cosi’ lo forgio io >?
Molto difficile contestare un mondo a cui si appartiene ed al quale abbiamo
Contribuito perche fosse cio che e’.
Cosa possiamo fare ora per cambiare?
Chiaramente Non e’ in questo caso sufficiente contestare I punti citati, in cuor nostro tutti sappiamo Che si lavora meglio con i Giovani.

La cosa piu’ approcciabile e’ secondo me la via “personale”, moltissime le tesi di come
curandosi il Fisico e lo spirito si potrebbe andare avanti con gli anni ancora un po’,
io penso alla Nostra Levi Montalcino ( scomparsa recentemente ) capace di produrre scienza
E capace di un impegno sociale fino al giorno Della morte, la quale asseriva , che il
Corpo si assoggetta al cervello e che quindi l’ importante e’ far lavorare il cervello
In continuazione. Opinabile difronte ad un banchetto di qualche centinaio di
Bocche.
Consiglerei a questo punto anche il grande Libro di Levi : se questo e’ un uomo.
Come sopravvivere al lager con l’attitudine, la perseveranza Della dignita’ personale
E la cura del corpo…..perche’ dovete sapere che anche I nazisti cominciavano
Con l’eliminazione dei Piu’ vecchi, ed il libro e’ un capolavoro.

una delle azioni da fare e’ rivedere I propri C.V Personali
e piu’ che sgallineggiare sul cosa sappiamo ,
sarebbe piu’ Opportuno presentare una figura di se stessi lineare, giovanile,
sana e capace di Rispettare I rules, e garantire le magica parola che tutti i selezionatori amano,
“Consistenza” Ma questa e’ aria fritta.
Ridurre la parte Delle esperienze professionali
Magari scegliendo di volta in volta le esperienze piu’ consoni alla posizione che si vuole.
Anche dei trucchi del tipo…usare il NET di conoscenze che sicuramente e’ piu’ ricco
Di quello dei giovani.
Altra cosa importantissima e’ di anticipare,
in pratica presentate e fate domande Dove desiderate lavorare piuttosto che reagire alle domande stesse.
Anche se non cercano staff, il vostro file Sara’ comunque in gioco in casi di
Necessita’ , un mio vecchio amico fruttivendolo un giorno mi disse,:< ah se ci potessi
Mettere un piede……parlava di uno degli Hilton di NYC, …ancora e’ li. Barman.
Fate annunci insomma, piuttosto che attenderli. Certo, cosi’ si e’ molto soggetti
A truffe, well…o siete esperti o meritate il ritiro, il cervello desto e l’esperienza non possiamo
Lasciarli ai Giovani altrimenti ci passano sopra anche in due nostri “top point”.

E’ insomma ora di rivedersi, e purtroppo rivedersi significa
Ancora imparare ( e’ vero che non si finisce mai). E chi puo’ insegnarci il nuovo
Se non I Giovani ?
Come vedete I ruoli Della societa’ e le strade del sapere sono cambiate da decenni,
Non e’ vostro figlio colui che vi da I TIP Sui vari computer e tecnologie attuali?
Ora dobbiamo cambiare Noi.

My Shorts5) Fine Della prima parte

Direi che la molteplicita’ degli aspetti di questa problematica non mi danno la possibilita’
Di chiudere l’argomento con un articolo, affronteremo la prossima volta delle strategie comuni, che diano a noi “over” piu’ possibilita’ e Competivita’ con I piu’ giovani.

Affronteremo l’argomento consapevoli che negli altri mestieri
L’anzianita’ di servizio e’ particolarmente importante e che specialmente che
Chi gestisce le piu’ importanti posizioni nella nostra societa’ se fossero Cuochi
Sarebbero tutti ” over ”
Basti pensare a tutti I capi di stato, a tutti I chirurgi, agli architetti, ai fashion designer,
Ed a tutti gli artisti in genere.

TartufoRosso

Annunci


Categorie:By Serafino Di Giampaolo

Tag:, , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: