Alimentazione da 0-3 anni


 

0-3 Anni

Ovviamente, come tutti sanno, il latte materno costituisce l’alimento ideale per almeno i primi sei mesi di vita del bambino. I bambini appena nati dovrebbero consumare sei pasti al giorno (uno ogni circa 3 ore e mezza/4) per il primo mese; poi 5 pasti dal secondo al quarto mese, per finire con 4 pasti dopo il quarto mese di vita.

L’aumento di peso ideale per un bambino appena nato è pari a 20-25 gr al giorno, e circa 200 gr alla settimana.

L’allattamento naturale al seno è un momento importantissimo per la vita del bambino, in quanto risponde ad esigenze di tipo:

  • immunologico: nei primissimi giorni di vita del bambino, il colostro (il primo latte prodotto dal seno) apporta moltissime immunoglobine, che assicurano al neonato una difesa contro infezioni e manifestazioni allergiche
  • nutrizionale: in quanto il latte apporta il giusto equilibrio nutrizionale al lattante
  • psicologico: per i legami affettivi e psicologici che si vengono a creare tra mamma e figlio

Piramide alimentare prima infanzia

Arriviamo poi allo svezzamento, o divezzamento, che consiste nella sostituzione del pasto a base di latte con alimenti diversi per sapore, consistenza e modalità di assunzione. E’ opportuno però non forzare il bambino e provocargli traumi; il passaggio deve essere graduale, e devono essere utilizzati alimenti di facile digestione, sani e genuini. Il divezzamento del bambino inizia al quarto mese di vita, e non deve iniziare dopo il sesto mese; e dura per tutto il primo anno. Ecco alcuni consigli per affrontare al meglio questa fase di vita del neonato:

  • A sei mesi di età del bambino deve essere somministrato almeno mezzo litro di latte al giorno; il fabbisogno calorico deve essere soddisfatto solo per il 50% dai nuovi alimenti!
  • Prima del sesto mese vanno evitati alimenti fortemente allergizzanti come uova, fragole, pesce, mandorle, nocciole
  • Tutti gli alimenti ricchi di glutine (orzo, segale, frumento, …) non devono far parte della dieta del bambino prima del quarto mese di vita
  • E’ opportuno limitare molto l’uso di sale, zucchero e miele.

Con il compimento del primo anno di vita il divezzamento può considerarsi concluso.

Dopo il primo anno il bambino mediamente peserà 10 kg; mentre al terzo anno peserà circa 14 kg. Alla fine del primo anno di vita l’alimentazione del bambino si avvicinerà molto a quella di un adulto. Il fabbisogno energetico è di circa 100 Kcal per Kg di peso, da suddividersi come segue:

  • 14-16% Colazione
  • 33-35% Pranzo
  • 14-16% Merenda – Spuntino
  • 33-35% Cena

Alcuni “step” da seguire:

  • Il consumo di proteine dal primo al terzo anno di vita si aggira su 1,8 gr per Kg di peso.
  • Il fabbisogno lipidico dovrà scendere dal 40% al 30% (che è anche la soglia massima consentita per gli adulti)
  • Gli zuccheri semplici vanno consumati in quantità ridotte
  • Per quanto riguarda i glucidi, meglio preferire semolini, riso e pastine; per poi arrivare al consumo di pasta
  • L’alimentazione deve, in ogni caso, essere varia e ricca di alimenti; compresi, ovviamente, frutta e verdura.
Advertisements


Categorie:Gabriele Trovato

1 reply

  1. Salve, tra poco sarò mamma, e mi sto già informando sulla nutrizione che dovrà seguire il mio bambino. Oltre al vostro articolo ho trovato questa guida nutrizionale per il neonato http://www.easybaby.it/strumenti-utili-easybaby/guida-nutrizionale-per-il-neonato/, che mi sembra abbastanza dettagliata. Vorrei chiedervi un parere. Marcella.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: