Alimentazione in gravidanza


Pregnant woman in kitchen eating a salad smiling

Durante la gravidanza, l’alimentazione della donna deve essere particolarmente equilibrata, in quanto deve essere soddisfatto il suo fabbisogno, ma anche quello necessario allo sviluppo dell’embrione.

Durante la gravidanza ci devono essere, ovviamente, altri controlli, come una sorveglianza medica regolare, delle pesate molto frequenti ed uno stile di vita molto più tranquillo e regolare. Ci sono degli “step”, chiamiamoli così, riguardanti il peso, per capire se si è in una situazione ottimale o meno; si considera accettabile un aumento di peso di 500 o 600 gr al terzo mese, di 4 o 5 kg al sesto mese e si 10 fino a 12 kg al termine della gravidanza. Se la crescita del peso è molto inferiore rispetto a questi “step” c’è la probabilità che nasca un bambino prematuro o immaturo.

Durante la gravidanza l’alimentazione deve essere il più possibile varia e leggermente più abbondante del normale. Dati i frequenti disturbi digestivi legati al periodo gravidico sono da evitare cibi di difficile digestione.

Si raccomanda una quota di proteine pari a 1,5 gr per kg di peso corporeo, di cui la metà deve essere di origine animale. Questo corrisponde a circa il 15-20% delle calorie che devono essere assunte giornalmente. I lipidi invece devono essere pari al 30% delle calorie giornaliere (è importante che almeno i 2/3 siano di origine vegetale). Gli zuccheri invece, soprattutto i polisaccaridi, devono coprire il restante fabbisogno, cioè circa il 50-55%.

Deve aumentare moltissimo il fabbisogno di calcio (1,2 gr al giorno) in quanto ne ha bisogno l’embrione per la formazione dell’apparato scheletrico. Anche il ferro, che l’embrione utilizza per la formazione di globuli rossi, deve essere presente in grandi quantità.

Il giusto apporto vitaminico è assicurato da un’alimentazione varia ed equilibrata, anche se è molto importante l’assunzione di vitamine del gruppo B. E’ consigliabile inoltre un leggero incremento della vitamina D, B12, A e B6.

Raddoppia invece il fabbisogno di acido folico; in quanto la sua carenza in donne in gravidanza costituisce un fattore di rischio per la comparsa della spina bifida, cioè una malformazione con relative turbe a carico del midollo spinale.

L’ultimo nutriente che, come sempre, non deve mai mancare è l’acqua. Il suo fabbisogno giornaliero raggiunge, in questo periodo, i 2-2,5 litri; per permettere ai reni di compiere correttamente le loro funzioni, ma soprattutto l’eliminazione delle scorie, che durante la gravidanza aumentano.



Categorie:Gabriele Trovato

2 replies

  1. Bell’articolo, equilibrato e per una volta tanto senza tutti quegli stupidi “consigli della nonna”…
    Complimenti, mi e’ piaciuto molto

    P.S.
    Mia moglie aspetta il nostro terzo figlio, e gia’ con le precedenti due, ha tenuto una dieta equilibrata e soprattutto molto varia, oggi le mie bambine mangiano di tutto, mi chiedono persino di cucinare i broccoli…

    • Grazie mille 🙂 Cerco di dare informazioni utili ed esaustive rispetto alle varie “leggende” vecchie di centinaia di anni! Una dieta varia ed equilibrata dovrebbe essere mantenuta sempre e in maniera costante e attenta, gran parte dei disturbi e delle malattie sono dovute ad una “IN”sana alimentazione!
      Grazie per i complimenti e auguri per il futuro pargoletto 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: