Siamo in un momento difficile per la nostra amata Patria….. By Emanuele Esposito


 

Esposito Emanuele

Esposito Emanuele

Cari Amici cuochi

Siamo in un momento difficile per la nostra amata Patria, molti di noi viviamo e lavoriamo da anni fuori dai confini Nazionali però non si é perso quel legame affettivo, siamo noi i veri ambasciatori della nostra ITALIA e non solo in cucina.

Come molti di voi sanno, per diversi mesi ho lavorato molto per una mia candidatura, solo all’ultimo momento ho deciso di non partecipare alla corsa per l’unico posto spettante alla circoscrizione Asia, Africa, Oceania, Antartide per motivo strettamente personali però non ho perso la fiducia in una parte politica che viene rappresentata da un mio carissimo amico e persona seria come NICOLA CARE’, una persona che ha dedicato 30 anni della sua vita professionale accanto alle aziende Italiane in Australia, direttore della camera di commercio di Sydney, una delle camere leader a livello mondiale, con lui abbiamo parlato molto del settore della ristorazione Italiana nel mondo, ha recepito molte delle mie proposte e sono certo più che convinto che farà la sua parte.

Il nostro gruppo non appartiene a nessun partito o movimento che sia, e credo che sia giusto come credo che sia giusto che noi facciamo la nostra parte attiva della vita politica Italiana, non vi chiedo assolutamente di votare questa persona, non mi permetterei mai e per il rispetto delle regole e per l’ autonomia che il CIM ha creato in questi anni, vi chiedo soltanto di riflettere molto bene sulla vostra scelta, é una scelta difficile ma che va fatta tenendo conto delle problematiche attuali del nostri settore, la nostra categoria, forse, é l’unica che non é tutelata, considerata dal sistema Italiano, va detto che mi,te sono le iniziative presso il parlamento Italiano, l’albo dei cuochi, la valorizzazione della cucina italiana nel mondo, disegni di legge presentati ma mai discusse, disegni che sono li buttati li su qualche scaffale, più volte ho invitato tutte le associazioni a fare gruppo, ma anche su questo ci sono molti giochi che noi dobbiamo e possiamo superare, la cucina Italiana é patrimonio di tutti.

Per quanto é nelle mie possibilità cercherò attraverso la politica di portare in seno al parlamento Italiano le nostre istanze, i nostri veri problemi, partendo dal contratto nazionale, sicurezza, apprendistato e non ultimo la valorizzazione della cucina italiana nel mondo attraverso la creazione di un gruppo di lavoro dove fanno parte tutte quelle realtà italiane e associazioni di professionisti della ristorazione nel mondo, un gruppo coeso che si ispiri alla SOPEXA francese, non é utopia insieme con le giuste persone c’è la possiamo fare, non possiamo perdere questo treno.

I cuochi non hanno bisogno di coesione tra tutte le associazioni, di un sindacato che si occupa dei problemi NOSTRI, di accordi internazionali per contratti, prodotti e sopratutto la vera globalizzazione del mondo del lavoro.

Insieme possiamo farcela, puntiamo in alto e facciamo sentire la nostra voce, siamo una grande categoria e dobbiamo dimostrare che non siamo solo dei semplici cuochi, non vi chiedo nessun voto, vi chiedo a nome di tutti di fare un passo in avanti, di pensare in maniera diversa, la politica italiana sappiamo tutti che é un gioco di potere sporco, non dobbiamo immischiarci ma possiamo incidere con forza solo se siamo uniti per un unico scopo, la valorizzazione della categoria e della cucina Italiana, si può, si deve.

Vedo nella persona di CARE’ la persona adatta per contribuire e essere uno dei nostri referenti per la nostra causa, per noi che siamo all’estero e che il prossimo mese voteremo, é importante e fondamentale fare la nostra parte civile, dobbiamo continuare nella ripresa iniziata con il governo attuale, se solo pensiamo che grazie alle misure messe in campo da questo governo l’export Italiano é aumentato vertiginosamente, dati ci confortano, era dal 2002 che le nostre esportazioni non superavano gli 8 miliardi di surplus, certo in Italia la crisi si sente, ma noi abbiamo il settore alimentare e da li dobbiamo continuare nell’opera e noi possiamo essere il vero motore della ripresa Italiana.

Chiedo scusa a tutti i membri e colleghi, può sembrare uno spot elettorale, ma é quello che penso veramente e ho dedicato tutta la mia vita e continuerò a farlo nel bene comune della nostra grande famiglia dei CUOCHI, non lasciamoci fregare, facciamo la nostra parte.

Grazie e vi auguro un buon lavoro a tutti di cuore.

Emanuele Esposito

www.espositoemanuele.com
www.mediterraneans.me
www.alsirajunitedholding.com

Annunci


Categorie:By Emanuele Esposito

1 reply

  1. belle parole…che non serviranno a nulla…purtroppo la categoria dei cuochi o “Chef” se preferite è qualcosa che non si riesce a definire visto che non è protetta…specie in Australia…dove cani e porci senza nessuna qualifica, scuola, passione, nozioni si vantano di un titolo che non hanno…tutti sono cuochi, tutti sono maestri e cucinano orrori per non dire altro…visto che per il rinnovo del visto o per uno sponsor serve una qualifica che rientra nello skill…e allora tutti nella Hospitality…la rovina della cucina italiana in Australia è fatta dagli italiani stessi…che non rispettano le basi elementari, che fanno le pizze all’ananas, che buttano sopra la salsa barby, per non parlare dei primi….se tutti i “Cuochi” che si rispettino rifiutassero di spacciare un “schit” del genere …beh si starebbe bene tutti…non servono leggi, club o associazione per proteggere la categoria…se ognuno cominciasse a rifiutare di cucinare “alla moda australiana” i palati e la salute ne gioverebbero…purtroppo tanti lo fanno solo per “business” e gli altri “chef” di noiantri lo fanno solo per sopravvivenza..perché ce da campare..allora smettiamola di lamentarci e che ognuno faccia il suo…del voto in Italia, specie per chi è in Australia, non gliene può fregare di meno…tanto ognuno pensa a campare come può….e nessuno politico eletto dagli italiani residenti in Australia potrà mai fare qualcosa per loro…invece per i suoi benefits ..tantissimo!!!
    un Italiano prossimo a diventare australiano senza nessun rimpianto….

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: