Sperimentare la connessione tra lo Yoga e la cucina


 

BLOG: “Complimenti alla cucina”

By Chef Massimo Martina

L’idea è quella di sperimentare la connessione tra lo Yoga e la cucina.

La pratica dello yoga comprende tutti gli aspetti della vita quotidiana; da quelli fondamentali come respirare, mangiare, fare esercizio e il rilassamento fino a quelli più alti: pensare e sviluppare l’intelletto.
Ecco quindi che anche in cucina possiamo praticare lo yoga perché, come mi ricorda sempre il mio Maestro Luciano, “LLLentamente”, dobbiamo fornire al nostro organismo gli elementi necessari a garantire un corpo sano e una mente calma.

“Siamo ciò che mangiamo”…dice Luciano e chi è venuto prima di lui…io direi di più, il cibo che mangiamo si metabolizza non solo sotto forma di corpo ma anche di pensiero.

In cucina non è importante sentirsi guru o discepolo ma semplicemente concentrarsi sul preparare piatti che non fanno affidamento su troppi grassi per esaltare il sapore e tentare di armonizzare i contrasti, tendendo ad un sano equilibrio culinario ascetico.

Quindi se anche uno non pratica lo Yoga come disciplina può trarre gli stessi benefici da una cucina fatta di cibi sani e naturali per rafforzare corpo e mente.

Lo Yoga è una disciplina che mi piace perché ha un po’ le stesse caratteristiche della corsa: si può fare ovunque, in qualsiasi momento, senza bisogno di molti fronzoli…si utilizzano soltanto mente e corpo, due accessori di serie con i quali tutti noi siamo nati.   Allo stesso modo anche i cibi freschi e sani sono presenti così abbondanti in natura che non si dovrebbe trovare alcuna difficoltà, in cucina, a proporre piatti ricchi di vita ed energia.
Se non fosse che conduco un ristorante (aperto a tutti) proporrei sempre cibo facile da digerire che fa sentire leggeri e pieni di energia; non stanchi e pronti ad andare a dormire; idealmente si dovrebbero eliminare l’alcol, i cibi processati, raffinati o troppo cotti, i cibi troppo speziati, le uova, la carne e il pesce ma queste cose estreme non sono nelle mie corde e non potrei permettermi di farlo in Italia, a Castel Ratti!
Nello Yoga, il cibo, si dice, che sia ‘Prana’, energia. Quali alimenti al giorno d’oggi sono ancora ricchi di energia vitale?  Il cibo, l’acqua e l’aria sono importanti fonti di prana per il nostro corpo. Le piante ottengono il prana direttamente dal sole, mentre gli animali erbivori ottengono il prana dalle piante che mangiano. Più scendiamo lungo la catena alimentare, minore è la quantità di prana che troviamo negli alimenti. È per questo che gli yogi credono che mangiando prodotti vegetali si possa ottenere una maggiore quantità di prana. Io credo sia vero.

Il cibo troppo cotto, processato industrialmente o surgelato è privo di prana. Il cibo deve essere fresco, senza modificazioni genetiche e senza conservanti o aromi artificiali . Il cibo deve essere consumato nello stato più naturale possibile, cucinato (nemmeno troppo) in maniera semplice e genuina.
Ecco quindi che, inaspettatamente, possiamo avvalerci delle virtù dello yoga anche in cucina senza credere di doversi mettere con le gambe sul collo, per poter mangiare…ma semplicemente mettendo le gambe sotto il tavolo!

 

 

Annunci


Categorie:By Massimo Martina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: