LE FRITTATINE DI PASTA DELLE ROSTICCERIE DI NAPOLI


Le frittatine di pasta insieme alle paste cresciute, i fiorilli di zucca, i panzarotti, sono tipiche della tradizione napoletana!

Diverse dalla frittata di spaghetti, queste  si ritrovano in tutte le rosticcerie di Napoli

 

LE FRITTATINE DI PASTA DELLE ROSTICCERIE DI NAPOLI

– 250 gr. di bucatini
– 500 gr. di besciamella (bella soda)
– salame, formaggi (auricchio piccante, provola stagionata)
– sale e pepe q.b.
– pane grattugiato
– olio di semi di arachide

Per la besciamella:
– 500 ml di latte (meglio se fresco)
– 50 gr di burro
– 70 gr di farina
– sale
– 2 cucchiai di pecorino romano grattugiato

Per la pastella coprente:
– 10 cucchiai di farina
– acqua q.b.
– un pizzico di sale

Esecuzione:
In un pentolino sciogliere il burro a fuoco basso, unite la farina, togliete dal fuoco e rimestate velocemente  onde evitare la formazione di grumi.

Rimettete sul fuoco e mescolate sempre fino a quando non assumerà un colore scuro, praticamente in un minuto o due.
Versate il latte a filo, mescolate sempre fino  a quando non raggiungerà una consistenza bella soda regolate di  sale  e spegnete. Aggiungete il pecorino, e rimestate fino al completo assorbimento.

Spezzate i bucatini a metà, e lessateli in acqua salata, scolateli molto al dente, poi metteteli a raffreddare su un piano e tagliateli grossolanamente.
Tritate grossolanamente il salame e i formaggi,  mettete tutto in una ciotola grande. Aggiungete i bucatini raffreddati, il pepe, la besciamella e mischiate bene, meglio se questa operazione verrà fatta con le mani.
Prendete una teglia e versarvi tutto il composto, compattare in modo uniforme fino ad ottenere un rettangolo  dello spessore di un dito.
Coprite e mettete in frigo, se vi anticipate di un giorno meglio ancora.

Il giorno dopo tagliate le frittatine con un coppa pasta di 6 cm. (non più grande, altrimenti non cuociono bene).
Ricompattate l’impasto man mano che si formano i buchi.
Preparate quindi la pastella con la farina, il sale e acqua q.b. per avere una pastella, appena coprente, della densità di un uovo sbattuto.
Passate le frittatine prima nella pastella e successivamente nel pane grattugiato. A questo punto si possono friggere le frittatine subito in olio caldo, oppure mettetele in frigo o in freezer per cuocerle successivamente.

 

Annunci


Categorie:By Angie Cafiero

1 reply

Trackbacks

  1. CIM NEWS 11 Novembre al 17 Novembre 2012 Redazione Cook Cim « Chef Italiani nel mondo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: