Diario di una giornata a Montalcino


Diario di una giornata a Montalcino

Dopo mesi trascorsi a parlare di DOCG ho deciso di fare una piccola pausa e raccontarvi la giornata di degustazioni passata a Montalcino in compagnia di alcuni amici soci dell’Associazione Culturale Enogastronomica Senese lo scorso 27 febbraio.

-( Foto 01 – Foto 02 – Foto 03 )-

La mattina inizia alla cantina Ciacci Piccolomini d’Aragona (www.ciaccipiccolomini.com) di Montalcino con sede a Castelnuovo dell’Abate, per la tappa del “Luxury Lounge” del gruppo Meregalli (www.meregalli.it), leader nella distribuzione di vini in Italia. L’evento è riservato a clienti ed operatori del settore ai quali vengono aperte le porte di una prestigiosa location su quattro ruote in modo da poter assaggiare le nuove annate del Brunello di Montalcino Docg e del Rosso di Montalcino Doc, insieme a più di settanta prodotti distribuiti dal gruppo Meregalli.

Bollicine:

Ayala (Aÿ – Champagne)

– Brut Majeur (Pinot Noir 40%, Chardonnay 40%, Pinot Meunier 20%)

– Brut Nature (Pinot Noir 40%, Chardonnay 40%, Pinot Meunier 20%)

– Rich Majeur Demi-Sec (Pinot Noir 40%, Chardonnay 40%, Pinot Meunier 20%)

Bollinger (Aÿ – Champagne)

– Special Cuvée (Chardonnay 25%, Pinot Meunier 15%, Pinot Nero 60%)

– Rosé (62% Pinot Nero, 24% Chardonnay, 14% Meunier, 5% Vino Rosso)

– Grand Année 2002 (60% Pinot Nero, 40% Chardonnay)

Quadra (Cologne – BS)

– Franciacorta Brut (Chardonnay 80%, Pinot Bianco 10%, Pinot Nero 10%)

– Millesimato Q34 (Chardonnay 80%, Pinot Nero 20%)

– Saten Millesimato (Chardonnay 100%)

Rossi:

Cortaccia (Cortaccia-BZ) – Lagrein

Speri (Valpolicella-VR) – Ripasso

Speri (Valpolicella-VR) – Amarone Monte Sant’Urbano 2007

Fertuna (Gavorrano-GR) – Pactio

Fertuna (Gavorrano-GR) – Lodai

Fertuna (Gavorrano-GR)– Messiio

Tenuta San Guido (Bolgheri-LI) – Sassicaia 2008

Tenuta San Guido (Bolgheri-LI) – Guidalberto

Tenuta San Guido (Bolgheri-LI) – Le Difese

Ciacci Piccolomini (Montalcino-SI) – Rosso di Montalcino

Ciacci Piccolomini (Montalcino-SI) – Brunello di Montalcino

Ciacci Piccolomini (Montalcino-SI) – Brunello di Montalcino Pianrosso

Rocca di Fabbri (Montefalco-PG) – Rosso di Montefalco

Rocca di Fabbri (Montefalco-PG) – Sagrantino di Montefalco

Rocca di Fabbri (Montefalco-PG) – Rosso di Montefalco Riserva

Conti Zecca (Leverano-LE) – Negramaro

Conti Zecca (Leverano-LE) – Nero

Baglio di Pianetto (Santa Cristina di Gela-PA) – Nero d’Avola

Baglio di Pianetto (Santa Cristina di Gela-PA) – Ramione

Argiolas (Serdiana-CA) – Costera

Agripunica (Santadi-CA) – Montessu

Agripunica (Santadi-CA) – Barrua

Chanson (Bourgogne) – Pinot Noir

Baron de Bejamin (Bordeaux – Medoc) – Chateau Clarke

F.F. Coppola (California) – Zinfandel

Bodega Chacra (Patagonia) – Barda Pinot Noir

Penfolds (South Australia) – Rawson’s Retreat Shiraz Cabernet

Bianchi:

Cortaccia (Cortaccia-BZ) – Muller Thurgau

Cortaccia (Cortaccia-BZ) – Gewurztraminer

Fertuna (Gavorrano-GR) – Droppello

Conti Zecca (Leverano-LE) – Fiano

Baglio di Pianetto (Santa Cristina di Gela-PA) – Ficiligno

Argiolas (Serdiana-CA) – Costamolino

Argiolas (Serdiana-CA) – Is Argiolas

Domaine Laroche (Bourgogne-Chablis) – Chablis Saint Martin

Domaine Laroche (Bourgogne-Chablis) – Chablis Montmains

Chanson (Bourgogne) – Bourgogne Chardonnay

Andrè Lurton (Bordeaux-Grezillac) – Chateau Bonnet Blanc

F.F. Coppola (California) – Chardonany Director’s

Penfolds (South Australia) – Koonunga Hill Chardonnay

Dessert:

Speri (Valpolicella-VR) – Recioto

Rocca di Fabbri (Montefalco-PG) – Sagrantino Passito

Distillati:

Clement (Martinica) – Terre Caraibe

Clement (Martinica) – VSOP

Clement (Martinica) – 1976

William & Humbert (Jerez De La Frontera) – Don Zoilo

William & Humbert (Jerez De La Frontera) – Gran Duque de Alba XO

William & Humbert (Jerez De La Frontera) – Ron Dos Maderas PX 5+5

Saint Lucia Distillers (Caraibi – Saint Lucia) – Rum Chairman’s Reserve

Saint Lucia Distillers (Caraibi – Saint Lucia) – Rum Admiral Rodney

Peyrot (Jarnac) – Liqueur au Cognac Poire

Peyrot (Jarnac) – Liqueur au Cognac Mandarine

Peyrot (Jarnac) – Cognac XO

Samalens (Laujusan) – Bas Armagnac VCOP

Samalens (Laujusan) – Bas Armagnac Single 12 Ans

Samalens (Laujusan) – Bas Armagnac Millesime 1996

Fentimans (Northumberland-UK) – Tonica

Fentimans (Northumberland-UK) – Cola

Fentimans (Northumberland-UK) – Lemon

Balblair (Speyside) – Caorunn Gin

Gabriel Boudier (Dijon) – Crème de Cassis

William Chase Distillery (Hereford-UK) – Chase Vodka

-( Foto 04 – Foto 05 )-

La mattina prosegue con la visita alla cantina Ciacci Piccolomini d’Aragona che vanta le proprie origini fin dal secolo XVII. La sede, Palazzo Ciacci Piccolomini d’Aragona, fu fatta costruire alla metà del 1600 dal Vescovo Fabivs de’ Vecchis Abate di S. Antimo. Alla morte del fondatore la proprietà fu acquistata dalla famiglia castelnuovese Ciacci fino a quando nel secolo XIX, Elda Ciacci sposandosi con il conte Alberto Piccolomini d’Aragona, discendente di Papa Enea Silvio Piccolomini, dette inizio al celebre nome.  Nel 1985 con l’estinguersi del casato, la famiglia Bianchini ha ereditato la proprietà e, prima con il padre Giuseppe poi con i figli Paolo e Lucia, ha sviluppato l’Azienda sia nel territorio del Brunello che nella zona del Montecucco. Dopo aver visitato la cantina ci prepariamo alla degustazione dei vini dell’azienda accompagnati da prosciutti, salami e formaggi dell’azienda “Il Borgo”.

-( Foto 06 – Foto 07 – Foto 08 – Foto 09 – Foto 10)-

All’ora di pranzo ci spostiamo verso il Chiostro del Museo per iniziare gli assaggi delle ultime annate dei vini di Montalcino dei 140 produttori che hanno aderito alla manifestazione Benvenuto Brunello Duemiladodici (www.consorziobrunellodimontalcino.it). L’appuntamento si articola in quattro giorni che fanno di Montalcino il centro del mondo vinicolo internazionale dove giornalisti ed addetti ai lavori sono invitati a scoprire in anteprima i vini di tre vendemmie 5 stelle: il Brunello di Montalcino 2007, la riserva 2006 e il Rosso di Montalcino 2010.

-( Foto 11 – Foto 12 – Foto 13 – Foto 14 – Foto 15 – Foto 16)-

La giornata è proseguita con la visita alla cantina Casanova di Neri (www.casanovadineri.it). L’azienda, fondata nel 1971 da Giovanni Neri, continua ad avere la sua forza nella gestione familiare e nei piccoli numeri. La passione e la competenza di Giacomo insieme a 55 ettari di vigneto, distribuiti nelle migliori zone di Montalcino, rappresentano la combinazione sufficiente a produrre vini di grandissima personalità, unicità e riconoscibilità. Ne è un esempio il Brunello 2001 Tenuta Nuova, classificatosi al primo posto nella classifica dei Top 100 dell’autorevole rivista americana, distribuita in tutto il mondo, Wine Spectator.

Dopo la visita alla cantina e merenda a base di prodotti del territorio abbiamo proseguito con  la degustazione dei vini:

Rosso di Montalcino 2010

Brunello di Montalcino 2007

Pietradonice 2007 (Cabernet Sauvignon 100%)

Brunello di Montalcino “Tenuta Nuova” 2007

Brunello di Montalcino “Cerretalto” 2006

Alle 19 “finalmente” a casa dopo una bellissima giornata trascorsa nella campagna senese ed una notevole quantità di vini degustati.

Annunci


Categorie:"Vino e dintorni" By Andrea De Agostini

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: