La giusta impastatrice



La giusta impastatrice

Ciao a tutti,

oggi parliamo di un argomento che nei giorni scorsi è stato oggetto di una mail inviatami da un collega che chiedeva qualche “Consiglio per l’acquisto” oggi si parla di impastatrici.

In commercio se ne trovano di tre tipi,l’impastatrice a spirale,a forcella e la bracci tuffanti,ma osserviamole una alla volta.

IMPASTATRICE A SPIRALE

Il suo corpo è composto da una vasca atta a contenere tutti gli ingredienti e da una spirale che ruota sul suo asse che ha la funzione di amalgamare tutti gli ingredienti.

In commercio si trovano modelli a vasca fissa e a vasca estraibile,quest’ultima molto utile per la preparazione di impasti indiretti che prevedono la fermentazione in un posto diverso da quello in cui si trova l’impastatrice.

Si tratta di un’impastatrice molto veloce ed è questo uno dei motivi per cui è la più utilizzata dai pizzaioli e rispetto alle altre impastatrici è anche più economica,è indicata per la preparazione di tutti i i tipi di impasti da pizza ed in particolar modo di quelli molto idratati con percentuali di idratazione che arrivano a superare anche l’80% d’idratazione,come ad esempio la pizza al taglio.

L’unico inconveniente che ha questo tipo d’impastatrice ma di particolare importanza è quello di riscaldare eccessivamente l’impasto per via dell’attrito che esercita su di esso.Durante la realizzazione di un impasto diretto ad esempio,l’impastatrice a spirale fornisce 9c°,rendendo difficile la vita del pizzaiolo specie in estate.

IMPASTATRICE A FORCELLA

Totalmente diversa dall’impastatrice a spirale,la forcella infatti montata orizzontalmente rispetto alla vasca da minore attrito all’impasto,ci consente di allungare i tempi d’impastamento,inglobando anche più ossigeno nell’impasto ,elemento fondamentale per una migliore fermentazione.

In relazione ad un impasto diretto i gradi che questo tipo d’impastatrice  fornisce all’impasto è di 3c°.

Spendiamo qualche migliaio di € in più che si guadagnano in termini di qualità

IMPASTATRICE A BRACCI TUFFANTI

Rappresenta il top delle impastatrici,la sua forma meccanica e il suo movimento imita quello delle braccia e delle mani umane.

Anche questo tipo d’impastatrice come la precedente è molto più lenta rispetto alla spirale,l’impasto finito si presenta perfettamente omogeneo ed ossigenato e con un surriscaldamento minimo anche in questo caso.

Annunci


Categorie:by Pasqualino Barbasso

4 replies

  1. Io ho il KitchenAid e mi trovo benissimo. Ha un design accattivante, è silenzioso e funziona bene.
    Sara

    • Per piccoli impasti va benissimo,una via di mezzo tra casalingo e professionale che ha conquistato la simpatia di molti chef!

  2. ciao, io ho il kuki chef kenwood quella che anche cucina.che ne pensate!!! grazie ciao yvonne

    • Ciao Yvonne,
      Per uso casalingo va benissimo,paragonalo ad una spirale….velocissimo ma se non stai atenta la temperatura va alle stelle!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: