La dieta e l’ipertensione


20110729-111249.jpg

La dieta e l’ipertensione,
La pressione alta (o ipertensione) è un’aumento della pressione arteriosa sia massima che minima. Nella maggior parte dei casi le cause di questo innalzamento della pressione rimangono sconosciute e in questi casi si parla di ipertensione essenziale. La pressione alta di per se non dà sintomi nei soggetti che ne soffrono, per questo motivo è molto importante un controllo periodico della pressione arteriosa.
Per pressione si intende la pressione del sangue che scorre nelle arterie, che dipende da molti fattori come il volume del sangue, la gittata del cuore o la resistenza del vaso; solitamente si parla di due valori di pressione: la massima o sistolica, che corrisponde al momento in cui il cuore si contrae, e la minima o diastolica, che corrisponde a quando il cuore si espande.
Come indicazione generica, Il valore di soglia per la pressione alta è di 140(massima)/90(minima): se i valori di pressione sono inferiori a questa soglia allora il soggetto non è iperteso, se i valori sono uguali o superiori alla soglia il soggetto è iperteso. La pressione ottimale e’ quando la massima è inferiore a 120 e la minima inferiore a 80
Una fatto che va notato e’ che per diagnosticare correttamente l’ipertensione di un soggetto sono necessarie più misurazioni, dal momento che la pressione è soggetta a variazioni nel corso della giornata dovute a fattori sia esterni che interni.
Un modo per tenere sotto controllo la pressione arteriosa è l’esercizio fisico regolare specialmete se si tende ad essere sedentari, interessante scoperta che ho fatto ricercando sul soggetto e’ che non tutte le atività fisiche portano benefici: gli esercizi di tipo aerobico (come camminare, correre e nuotare) portano ad una riduzione delle resistenze vascolari e ad un incremento del ritorno venoso, abbassando in questo modo la pressione arteriosa quando invece esercizi tipo sollevamento pesi e body building sono pericolosi per soggetti ipertesi, dal momento che aumentano il carico sul cuore e quindi la pressione.
Fermo restando che più esercizio fisico viene fatto meglio è, per tenere sotto controllo la pressione alta bastano circa 30 minuti di camminata al giono, o alternativamente 20 minuti di corsa leggera per tre volte alla settimana.
Uno dei modi migliori per tenere sotto controllo la pressione alta è una dieta controllata. Come tutti sanno sarebbe meglio rinunciare al sale, o comunque limitarne l’utilizzo: secondi studi recenti la quantita di sale giornaliere non dovrebbe superare i 6 grammi (in Italia la media gionaliera è di 10 grammi). E’ importante ricordare che, nonstante le credenze, l’utilizzo controllato del sale ha benefici solo su soggetti ipertesi ma non ha alcun valore preventivo.
In aggiunta al non utilizzo del sale, sono da evitare anche le carni rosse e gli zuccheri, la riduzione del consumo di grassi saturi (animali) e del colesterolo, che potrebbero portare ad una ipercolesterolemia e quindi gravare il cuore, mentre è consigliato il consumo di frutta, verdura, latte e latticini a basso contenuto di grassi. Ovviamente l’uso di alcolici e superalcolici va’ limitato, anche se un bicchiere di vino rosso ai pasti non viene negato neanche ad un soggetto iperteso. E’ stato inoltre provato che la perdita di peso eccessivo porta alla diminuzione della pressione sistolica da 5 a 30 mmHg mentre la riduzione del sale solo da 2 a 8 mmHg!
Ora….ho continuato a fare ricerche su cibi o alimenti che possono aiutare a controllare o diminure la pressione e il potassio, per esempio, che ha un ruolo importante nel conrollare il problema, e’ contenuto principalmente nei vegetali, la frutta, I fagioli, i semi e le noci che sono parte integrale del nostro regime alimentare mediterraneo. Il latte e I suoi derivati, tipo lo yogurt e la ricotta per esempio (idealmente a basso contenuto di grassi) sono tra I latticini piu’ ricchi di potassio. I fagioli, le mandorle, l’uvetta passa, le patate, l’avocado, la banana per finire con Il succo di prugne o d’arancia, contengono tra le la piu’ alte quantita’ a rapporto peso/potassio, ma indovinate un po’ chi li batte tutti e di granlunga? I pomodori freschi ma sopratutto I pelati e il doppio concentrato!!! Saprete gia’ che l’aglio inoltre, fa miracoli e con l’aggiunta del basilico, l’origano e una grattuggiata di pepe nero (tutti alimenti che contengono un’ ingredient attivo che aiuta ad abbasare la pressione) chi ha piu’ bisogno di sale?
Ma volete una cura migliore per malattia che si voglia di un bel piatto di spaghetti (magari integrali) al pomodoro e basilico? Solo una raccomandazione………
omettete il parmigiano, insomma la vita e’ preziosa no? Ciao a tutti e buona salute………

Annunci


Categorie:by Susy Massetti

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: