“Riflessioni per chi si guarda intorno e…dentro”


“Riflessioni per chi si guarda intorno e…dentro”

Oggi si parla tanto di crisi: crisi economica, crisi sociale, crisi istituzionali, insomma crisi a tutti i livelli…e forse il concetto di crisi si è anche un po’ insinuato dentro ognuno di noi.  Ci siamo ammalati di crisi!   Ci vuole una medicina!   E dove si può trovare una medicina così potente da farci guarire dalla crisi?   Sicuramente dentro noi stessi.   Le stesse cose che ci hanno fatto cadere in questo “tranello” della crisi, ci aiuteranno ad uscirne fuori.

La crisi, seppur in senso lato esista, spesso dentro di noi è alimentata dalla nostra insoddisfazione quotidiana, dalla gente con la quale siamo in relazione, dall’ambiente in cui viviamo, dalle persone che non stimiamo e siamo costretti a subire o a frequentare, dalla normalità.   Per guarire sarà necessario diventare un po’ straordinari: cioè, vivere un po’ fuori dall’ordinario; avere la forza e la capacità di cambiare il nostro stile di vita ci aiuta ad uscire fuori dalla crisi anche rimanendo a vivere nelle stesso contesto in cui eravamo prima.   Rompere la routine, rompere gli schemi di un modo di comportarsi che si trascina per anni sempre ogni giorno uguale, può dare una forza tale da riuscire ad emergere da qualsiasi stato di crisi e rinascere con una motivazione nuova e più grande.

Come fare?   Ognuno di noi, lo sa!  E ognuno lo sa “a modo suo” cioè sa risolvere la crisi in una maniera unica: quella che è giusta e valida per lui stesso soltanto.   Non c’è una cura che qualcuno può prescrivere; l’intraprendenza e la capacità di superare momenti difficili, come questo periodo in cui la congiuntura economica è particolarmente sfavorevole, risiede in ognuno di noi.

Il mestiere di cuoco è un mestiere difficile, un mestiere di sacrificio e chiunque intraprende questo percorso conosce tanti momenti di difficoltà, duri da superare ma proprio da queste difficoltà nasce la straordinaria forza di riemergere che ognuno si noi sviluppa con il tempo, esercitando la professione.   Il cuoco è una forza della natura e un bravo cuoco non rimarrà mai “a piedi”; se nessuno gli offre un lavoro è disposto a fare il giro del mondo pur di trovarlo: e sicuramente lo troverà.   Le crisi passano, sono momenti che si ripresentano, ciclicamente nell’arco temporale di una carriera ma ogni volta passano e ritornano i momenti buoni.   La cucina è maestra di vita ed il cuoco, in qualche modo, il suo profeta…no, no…non una religione ma la nobiltà di una verità profonda: quello si!

 

Massimo Martina

 

Annunci


Categorie:By Massimo Martina

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: